Biblioteca elettronica gratuita

Breve storia dell'infinito - Paolo Zellini

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 01/01/1980
DIMENSIONE DEL FILE: 6,47
ISBN: 9788845909481
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Paolo Zellini

Tutti i Paolo Zellini libri che leggi e scarichi da noi

Descrizione:

"C'è un concetto che corrompe e altera tutti gli altri. Non parlo del Male, il cui limitato impero è l'Etica; parlo dell'Infinito, così ha scritto J. L. Borges - e le sue parole stanno sulla soglia di questo libro, dove un matematico ha provato a ripercorrere, con eleganza, penetrazione e perspicuità, le vicende di questa categoria temibile, dalle origini greche sino alla ormai cronica 'crisi dei fondamenti' del pensiero scientifico. Prima parola occidentale per designare l'infinito è l''apeiron', il 'senza limiti', quale appare già in Anassimandro. Ma l'infinito greco, dai Presocratici alla sistemazione aristotelica, proprio in quanto lo si riteneva un principio 'divino, immortale e indistruttibile', viene maneggiato con estrema cautela nei procedimenti del pensiero discorsivo. E si tratterà sempre, allora, di un infinito potenziale, concepito nel segno della 'negazione' e della 'privazione' (la 'steresis'di Aristotele). La contesa tra il finito e l'infinito appariva dunque come una delle forme della contesa ultima fra tutte: quella fra l'Uno e il Molteplice. Il numero, sinonimo di misura e armonia, valeva in essa da misterioso punto di mediazione fra il limite e l'illimitato. Dalla Grecia antica a oggi la sequenza delle metamorfosi dell'infinito sarà vertiginosa. Lo svilupparsi della matematica vi s'intreccia con radicali mutamenti nel modo di concepire la realtà cosmica e mentale dell'infinito. A poco a poco vedremo delinearsi quella che è la grande attrazione e tentazione del pensiero occidentale: l''infinito attuale', che i Greci avevano schivato e ora viene ad assumere un ruolo sempre più centrale. Nell'ultimo, bruciante tratto di questa storia, che va da Leibniz a Bolzano e a Cantor, assisteremo a sempre rinnovati tentativi di ""indicare in modo esplicito l'infinito con 'qualcosa'"", finché questo 'qualcosa' si rivelerà ""suscettibile per di più di essere manipolato come segno tangibile della meccanica algebrica"". "

...anati Giacomo Leopardi. Breve storia dell'infinito Edizione: Adelphi, Milano, 1980, Saggi 18 Lettore: Renato di Stefano, 1998: Classe: ... Breve storia dell'infinito 1 - Liceo Brotzu scientifico ... ... ... Così J.L. Borges introduce la sua breve biografia dell'Infinito in Otras Inquisiciones. Ma anche altrove traspare la sua concezione dell'infinito, spesso dissimulato in idee ad esso collegate, come assoluto male metafisico, ... Breve storia dell'infinito «C'è un concetto che corrompe e altera tutti gli altri. Non parlo del Male, il cui limitato impero è l'Etica; parlo dell'Infinito», così ha scritto J.L. Borges - e le sue parole stanno s ... Amazon.it: Breve storia dell'infinito - Zellini, Paolo - Libri ... . Non parlo del Male, il cui limitato impero è l'Etica; parlo dell'Infinito», così ha scritto J.L. Borges - e le sue parole stanno sulla soglia di questo libro, dove un matematico ha provato a ripercorrere, con eleganza, penetrazione e perspicuità, le vicende di questa categoria temibile,......