Biblioteca elettronica gratuita

L'infinito e il punto. Lettere di poesia tra Ungaretti e Cattafi - Giuseppe Savoca

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 14/11/2011
DIMENSIONE DEL FILE: 10,73
ISBN: 9788822261182
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Giuseppe Savoca

Puoi scaricare il libro L'infinito e il punto. Lettere di poesia tra Ungaretti e Cattafi in formato pdf epub previa registrazione gratuita

Descrizione:

Questo libro studia poeti (Ungaretti, Saba, Montale, Cattafi) e critici (Muscetta e Marchese) all'insegna delle problematiche soggiacenti all'endiadi del titolo. L'analisi procede attraverso l'interpretazione di testi che spesso rivelano un dialogo con il Pascal delle meditazioni sull'infinito e sul punto e con il Leopardi dell'Infinito. La prospettiva di fondo è quella della letteratura europea che va da Schleiermacher (grande teorico romantico del finito e dell'infinito) alla "vocazione all'infinito" di Baudelaire.

...mo è un nulla rispetto all'infinito, un tutto rispetto al nulla e che l'uomo è incapace di vedere il nulla da cui è tratto e l'infinito in cui è inghiottito ... Libri Ungaretti Giuseppe Montale Eugenio Saba Umberto ... ... . Ungaretti riconosce in Pascal di Massimo Gezzi [Nel 2004, grazie alla disponibilità e alla gentilezza di Ada De Alessandri Cattafi, uscivano su «Poesia» di Crocetti dodici poesie inedite di Bartolo Cattafi, scelte da me e avallate da Giovanni Raboni. Ripropongo qui l'articolo introduttivo a quei testi (ora confluito in Tra le pagine e il mondo, Italic Pequod 2015) e, di seguito, … read more "L'«indelebi ... L'infinito e il punto. Lettere di poesia tra Ungaretti e ... ... . Ripropongo qui l'articolo introduttivo a quei testi (ora confluito in Tra le pagine e il mondo, Italic Pequod 2015) e, di seguito, … read more "L'«indelebile ... La poesia per Ungaretti, non è retorica né esercizio estetico, ma la sua funzione ha il carattere della salvezza. Gli uomini sembrano scrivere poesia per cercare una connessione, un equilibrio tra la vita, se vogliamo la verità, e ciò che siamo individualmente, che invece ha le radici in un mistero. La poesia è legata al corpo al punto che la voce del poeta assomiglia al suo corpo. Così già Pavese, Ungaretti e Luzi avevano compreso. L'infinito non è esperienza per uomini che dormono o che trovano mezzi per stordirsi. Essere non altrove dalla poesia non significa Giuseppe Ungaretti, grazie a una poetica capace di ridefinire totalmente lo scenario letterario precedente, è una delle figure principali della poesia italiana del Novecento.. Conoscere la ......